M.S.Antine Genoni


"Ti si apre un mondo!"
E' esattamente questo il primo pensiero che salta in testa arrivando in cima al Colle di Santu Antine di Genoni.
Siamo a 591 m slm, su un vero Guardiano del territorio: lo stato in tempi nuragici (anche prima), lo tutt'oggi per l'importante ruolo della vedetta aib di Forestas.
Una volta lasciato il Parc e Museo del Cavallino della Giara, il sentiero che porta al colle, di circa 250 m, consente di arrivare all'area archeologica e di osservare un panorama a 360 gradi, ma sopratutto a chilometri di distanza, dai 35 km circa sui monti del Gennargentu agli oltre 50 km sul Monte Santu Padre di Bortigali, dai 50 km circa sul Montiferru ai 45 km circa del Monte Arcuentu, dai 25 km di M. S.Vittoria di Esterzili ai circa 35 km dei rilievi di San Basilio.
"C' da perdersi!", ma la visuale ripaga la lieve fatica per salire sul colle.
Ovviamente non deve mancare la visita al museo Parc https://parcgenoni.com/ dove possibile avere un quadro Paleontologico e Archeologico dell'area.
Nelle immagini che seguono un reportage fotografico del panorama apprezzato dal Colle.
22.03.2024



Seguono le immagini con i punti di vista riferiti a M.S.Antine prevalentemente sul territorio di Laconi.






































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































 

Per seguire la situazione in diretta da Laconi www.laconimeteo.it